Follow us on

DALLE ALPI ALLE PIRAMIDI, “LA BELLEZZA SALVERÀ IL MONDO”
February 5th, 2016

Vi è mai capitato di ascoltare una persona narrare una storia e rimanere concentrati ad ascoltare per due ore senza annoiarvi? Credo che sia un accadimento molto raro. Ebbene, proprio come in una favola, la platea della Triennale ieri sera è stata incantata.

Era tanto tempo che seguivo Brunello Cucinelli, ammirandone il metodo innovativo di gestione del personale. La voglia di sentirlo parlare di persona era tanta. Perciò, non appena letto chela Triennaledi Milano avrebbe organizzato un incontro con ospite lo stilista, pioniere del cashmere colorato, mi sono attivata per potervi partecipare.

Altro ospite dell’evento Severino Salvemini, docente all’Università Bocconi di Managerial Issues in Made in Italy Industries ed editorialista del Corriere della Sera, che ha riscaldato il dibattito parlando della storia della moda e attraverso un’interessante analisi culturale dell’arte nel corso degli anni.

Brunello Cucinelli ha parlato al pubblico del modo in cui i dipendenti lavorano all’interno della sua azienda. Le citazioni di filosofi e grandi uomini del passato hanno arricchito la spiegazione della sua etica, riassumibile nel motto “la bellezza salverà il mondo”. Le donne e gli uomini che lavorano nella sua azienda, infatti, seguono un orario che possa loro consentire di coltivare la propria vita privata. Dopo le 17.30 non si può più lavorare. Inoltre, le fabbriche di lavorazione del cashmere sono inserite in contesti verdi, quasi poetici, così da destare lo spirito creativo insito in ogni essere umano.

Viene sottolineata così, ancora una volta, l’importanza del riconoscere il valore della risorsa umana, di apprezzarla in quanto uomo o donna inserita in un territorio da rispettare. Una lezione di management e di vita davvero apprezzabili e utili nel nostro lavoro di tutti i giorni!

 

Lorenza C.