Follow us on

La bellezza del negozio fisico è irrinunciabile?
November 7th, 2017

Negli ultimi anni si sta registrando un’elevata crescita del settore dell’e-commerce, e la fashion industry risulta una delle più notevoli a livello italiano e mondiale.

Nel nostro 31º Suitex Fashion Meeting abbiamo parlato di e-commerce con particolare attenzione alle scelte strategiche ed operative che portano ad un risultato di successo, frutto di un settore che ha saputo cogliere il potenziale dell’evoluzione dei comportamenti di consumo e delle tecnologie, apportando cambiamenti e novità all’intero modello di business e servendosi di nuovi strumenti come i social, usati come canale di comunicazione.

Grandi gruppi dell’e-commerce come l’e-tailer britannico “Asos” e il gruppo tedesco “Zalando” hanno registrato un incremento del 145% dell’utile il primo, e una crescita del 33% il secondo.

Anche l’e-tailer francese Showroomprivé chiude il terzo quarter con un’evoluzione del 28%, per non parlare di “Amazon” di cui è stato calcolato un aumento del 32% dei ricavi trimestrali dell’abbigliamento.

Debutta oggi 7 novembre la prima private label del gruppo Yoox Net-A-Porter, denominata Mr P, che avrà una sua campagna promozionale e un proprio account Instagram (@mrp). Si tratterà di capsule collection tematiche distribuite esclusivamente all’interno di Mr Porter, ideate da un team apposito.

In termini di debutti, anche Zalando è pronta a scommettere sul mercato del beauty. A partire dalla primavera del 2018 la piattaforma e-commerce specializzata nella moda ha annunciato che, iniziando dalla Germania, offrirà una gamma di prodotti cosmetici e make up.

Non sono però solo i grandi gruppi dell’e-commerce a crescere e a sviluppare strategie distributive nel mondo della vendita online; per il 2018 Giuseppe Zanotti investirà sull’e-commerce e avvierà la sua strategia omnichannel, dopo aver compiuto vari test, integrando parte online e offline.

Innovativa è anche la strategia distributiva adottata da “Ballin” che si concentrerà, più che sul retail, sul canale wholesale e sull’e-commerce.

Anche Giorgio Armani punta a rafforzare la propria presenza sul web con il nuovo sito “Armani.com”, un website completamente ridisegnato, con una nuova veste grafica e nuovi contenuti, che ha come scopo principale quello di facilitare la digital experience dei propri clienti.

La crescita del mercato del lusso resta comunque guidata dal retail (+8%, di cui il 3% da nuove aperture e il 5% di crescita organica), secondo i dati del report che Bain & Company ha realizzato per Altagamma, nel 2017.

In un recente commento Claudia D’Arpizio di Bain & Company evidenzia che il canale digital è importante perché la mentalità dei Millennials ha permeato tutto il settore anche se nonostante ciò i negozi non hanno perso la loro funzione e il loro scopo d’essere.

La strategia vincente è andare oltre i singoli canali, definendone una che li sommi nei loro punti di forza e tipicità. I brand devono reinventarsi cercando di creare un coinvolgimento continuo dei consumatori.

E noi di Suitex International cosa possiamo fare? Organizzare un prossimo Suitex Fashion Meeting sulla multicanalità!

 

Francesca Scolaro
Suitex International